Home News Brevetto EU: parte la cooperazione rafforzata
Brevetto EU: parte la cooperazione rafforzata Stampa E-mail
 

Il Consiglio dell'Unione Europea ha autorizzato la partenza della cooperazione rafforzata per la creazione del brevetto EU.

 

Gli unici due Paesi a votare contro sono stati Italia e Spagna, che decidono quindi di rimanere fuori da questa procedura, almeno inizialmente.

 

La decisione dell'Italia di rimanere fuori appare basata soprattutto su motivazioni strategiche e politiche, ma sembra comunque esserci una certa attenzione per quelli che possono essere i rischi e i possibili danni per la nostra industria e per il nostro Paese. In particolare, l'intenzione sembra essere non quella di rinunciare in maniera irreversibile, ma piuttosto di continuare le trattative in maniera propositiva, seppure dal di fuori, per la ricerca di nuove soluzioni sia per quanto riguarda il sistema giurisdizionale (dato che la proposta di sistema unico per i brevetti EP e EU è appena stata bocciata dalla Corte di Giustizia Europea) sia per quanto riguarda il sistema linguistico, al fine di poter eventualmente rientrare in gioco in un secondo momento.

 

L'intenzione di AICIPI è, e rimane, quella di supportare tutte le iniziative e gli sforzi che verranno portati avanti con l'obiettivo di far nascere quanto prima il brevetto EU ed il relativo sistema giurisdizionale, con una formula il più possibile favorevole all'Italia e se possibile con dentro l'Italia.

 

Già da oggi AICIPI si attiverà con uno specifico gruppo di lavoro, per identificare possibili nuove soluzioni da suggerire per il prosieguo della discussione.